Programma Propedeutica musicale

  • Finalità più importanti dell'educazione musicale:

    • Sviluppo delle sensibilità auditiva (orecchio musicale)

    • Sviluppo della voce (controllo elementare dell'apparato vocale in relazione al canto)

    • Sviluppo del senso ritmico (movimento espressivo del corpo; sviluppo del linguaggio nel suo aspetto ritmico, uso degli strumenti a percussione)

    • Sviluppo della sensibilità musicale (immaginazione, espressione)

  • Alternanza di fasi di movimento (ritmica, orchestra di percussione, giochi) con altri più riflessivi (canto, conversazione, ascolto di opere), e ciò al fine di evitare una sovrapposizione di stimoli che potrebbe nuocere alla disciplina o al contrario causare una carenza di attività, le cui conseguenza sarebbero ugualmente deplorevoli in quanto ostacolerebbero l'entusiasmo e l'allegria necessari allo svolgimento della lezione

  • Sviluppo della sensibilità auditiva con giochi ed esercizi legati al riconoscimento e alla rappresentazione delle diverse caratteristiche del suono:

    • Altezza: differenziazione e rappresentazione dei suoni in base alla loro altezza. Accoppiamento, intonazione e classificazione dei suoni:

      • Gravi - acuti

      • Ascendenti - discendenti - suoni ripetuti

    • Intensità: differenziazione e rappresentazione dei suoni in base alla loro intensità:

      • Forte - piano

      • Crescendo - diminuendo

    • Timbro: differenziazione di diversi suoni a seconda del loro timbro:

      • Voci

      • Oggetti

      • Azioni

      • Strumenti di percussione differenti.

    • Orientamento di fronte al suono

    • Valutazione delle pause:

      • Gioco del silenzio

      • Rappresentazione della pausa musicale

  • Canto:

    • Echi melodici

    • Chiamate, esclamazioni, conversazioni cantate

    • Appello cantato

    • Canti diversi:

      • Canti per diverse circostanze

      • Racconti e romanzi cantati

      • Girotondi e giochi

      • Per muoversi o rappresentare personaggi, professioni, azioni ecc.

    • Improvvisazioni melodiche libere:

      • Domande e risposte in diversi stili

      • Sopra una parola o frase un bambino improvvisa finché vuole

  • Attività ritmiche attraverso il linguaggio, i movimenti del corpo, il battito di mani e piedi, le marce, i balletti, i girotondi, l'uso degli strumenti a percussione, ecc...

    • Echi ritmici

    • Esecuzione spontanea dei ritmi.

    • Riconoscimento empirico ed esecuzione dei valori di base: un quarto, due quarti, ecc

    • Variazione nella velocità del movimento:

      • Rapido, lento, moderato

      • Accelerando, ritardando

      • Arresto o interruzione brusca del movimento

    • Direzione empirica dei tempi binari e ternari

    • Creazione dei ritmi

  • Ascolto:

    • Audizione tranquilla, in riposo: i bambini spiegano il significato di quella musica, o descrivono le loro sensazioni in relazione al pezzo ascoltato

    • Differenziazione e rappresentazione fisica del carattere di un pezzo musicale: triste, allegro, al galoppo, ninne - nanne, ecc

Vuoi saperne di più?Non esitare a contattarci compilando questo breve modulo di contatto, ti risponderemo immediatamente!

Contattaci